19 Luglio commemorazione a Nus e 20 Luglio a Issime

18 luglio 2014 Lascia un commento »

La commemorazione dell’eccidio di Nus non avverrà più venerdì 18, ma sabato 19 luglio 2014 in quanto abbiamo appreso della volontà di essere presente dell’anpi di Giaveno e dei famigliari dell’aviglianese Giovanni Suppo, operaio alle Ferriere di Bottigliera Alta ed inserito nella 41° Brigata Garibaldi “Carlo Carli” fucilato unitamente ad altri 9 prigionieri italiani e russi il 18 luglio 1944. Gli altri eventi prossimi sono la commemorazione di Issime (20/07), Saint Nicolas (26/07) e Terre Noire (27/07).

Questo il programma:
SABATO 19 LUGLIO – NUS
alle ore 10,30 ritrovo davanti al monumento in ricordo di una delle più atroci rappresaglie della storia valdostana contemporanea dove si terrà in collaborazione con i comuni di Nus e Fenis e l’ANPI di Giaveno una cerimonia di commemorazione organizzata con la volontà di ricordare gli 11 ragazzi uccisi nel 1944 e Ferruccio Deval, partigiano, che teneva molto a questa ricorrenza.
“Il 18 luglio 1944 dopo l’attacco a una vettura di ufficiali tedeschi da parte di una squadra della banda Lexert, nei pressi di Chambave, viene ferito a morte il tenente Willy Kroisi. Il colonnello Schmidt, che viaggiava con lui, in persona – scrive Nicco – “si reca a Torino e fa prelevare dalle carceri 11 partigiani, tra cui alcuni militari russi e slavi passati nelle file dalla Resistenza. […] Con un treno scortato dalla divisione S. Marco vengono trasportati ad Aosta.” (a testimonianza della complicità nell’eccidio dei repubblichini di Salò). “Le matin du 18 on charge les onze sur un camion – scrive Passerin d’Entrèves – et on les transporte d’un côté à l’autre à la recherche d’un endoit approprié ; mais ce fut seulement vers sept heures du soir que la voiture stoppa à la croisée du chemin de Fénis avec la grande route d’Aoste à Ivrée. On fit descendre les otages qui furent alignés dans le pré en aval du chemin et une décharge de mitraillette les coucha foudroyés.” “I cadaveri vengono lasciati sul luogo dell’esecuzione fin quando, dopo tre giorni, gli abitanti di Fénis li raccolgono e li portano nel loro cimitero. (Nicco)”

A seguire questi i futuri appuntamenti:
DOMENICA 20 LUGLIO – ISSIME
alle ore 11 presso il cippo nella piazza principale cerimonia in ricordo del 70° anniversario della Battaglia del Lys che venne combattuta il 25 luglio 1944 che vide il coraggio di un gruppo di giovani contrapporsi ai colpi di mortaio e alle raffiche di mitragliatrici nazifasciste. (vedasi programma allegato)
SABATO 26 LUGLIO – SAINT-NICOLAS alle ore 16 presso la cappella dei partigiani e alle ore 18 a Vens cerimonie di commemorazione, letture, canti in ricordo dei 70 anni dell’eccidio nazifascista del luglio 1944, nel corso del quale furono uccisi 16 tra partigiani della banda Vertosan e civili residenti nelle frazioni di Cerlogne e Vens, rastrellate e incendiate (vedasi programma allegato)
DOMENICA 27 LUGLIO – TERRE NOIRE la commémoration des fusillés de Terre Noire à partir de 11h , selon le programme habituel .La cérémonie sera présidée par Marcel Rochaix , ancien résistant , président de l’ANACR Savoie . Diverses prises de paroles dont celle d’un représentant du Val d’Aoste , de l’ANPI , d’élus de Savoie et de l’ANACR se succéderont rythmées par les hymnes nationaux et les chants des partisans français et italiens.

Be Sociable, Share!
Pubblicità